Archivi categoria: Bandi e avvisi

Avviso pubblico esplorativo per manifestazioni d’interesse per la fruizione e valorizzazione delle aree archeologiche di Concordia Sagittaria (VE), Este e Montegrotto Terme (PD) | SCADENZA 16 GIUGNO 2020

Si pubblica in calce l’avviso in oggetto, rivolto ad associazioni culturali senza scopo di lucro o di volontariato. Le istanze di partecipazione andranno presentate, secondo le modalità indicate nel bando, entro le ore 14.00 del 16 giugno 2020.

SCARICA IL BANDO

Sospensione dei termini dei procedimenti amministrativi ed effetti degli atti amministrativi in scadenza, ai sensi dell’art. 103, comma 1 del D.L. 17 marzo 2020, n.18 e dell’art. 37 co. 1 del D.L. 8 aprile 2020, n. 23

Si riporta di seguito l’art. 103, comma 1 del D.L. 17 marzo 2020, n. 18:

“Ai fini del computo dei termini ordinatori o perentori, propedeutici, endoprocedimentali, finali ed esecutivi, relativi allo svolgimento di procedimenti amministrativi su istanza di parte o d’ufficio, pendenti alla data del 23 febbraio 2020 o iniziati successivamente a tale data, non si tiene conto del periodo compreso tra la medesima data e quella del 15 aprile 2020.
Le pubbliche amministrazioni adottano ogni misura organizzativa idonea ad assicurare comunque la ragionevole durata e la celere conclusione dei procedimenti, con priorità per quelli da considerare urgenti, anche sulla base di motivate istanze degli interessati.
Sono prorogati o differiti, per il tempo corrispondente, i termini di formazione della volontà conclusiva dell’amministrazione nelle forme del silenzio significativo previste dall’ordinamento”.

Per scaricare il D.L., clicca qui

Aggiornamento:
art. 37, co. 1 del D.L. 8 aprile 2020, n. 23 (Termini dei procedimenti amministrativi e dell’efficacia degli  atti amministrativi in scadenza)

“Il termine del 15 aprile 2020 previsto dai commi 1 e 5 dell’articolo 103 del decreto-legge 17 marzo 2020, n.  18, è prorogato al 15 maggio 2020″​.


 

Emergenza Coronavirus. Avviso chiusura al pubblico degli uffici della Soprintendenza

Viste le disposizioni del DPCM 8 marzo 2020, recante, fra le altre, Misure urgenti di contenimento del contagio …, e i successivi Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, da ultimo quello del 26 aprile 2020, si informa che il ricevimento del pubblico nelle sedi di Padova e Venezia è sospeso.

Particolari necessità in via d’urgenza per i soli enti pubblici, non risolvibili con strumenti di comunicazione alternativa, saranno prese in considerazione mettendo in atto le necessarie misure igienico-sanitarie. 

Sono rimandati altresì i sopralluoghi nell’intero territorio di competenza.

Il personale è raggiungibile tramite indirizzo email o telefonicamente per confronti tecnici informali.

Si invita a presentare le istanze in formato digitale tramite Posta Elettronica Ordinaria o Posta Elettronica Certificata e di evitare la consegna a mano.

Nel caso fosse necessario trasmettere documentazione cartacea, si prega di ricorrere alla spedizione postale.

Si assicura la massima tempestività nell’aggiornare le presenti disposizioni in base all’evolversi della situazione e in base alle disposizioni che dovessero pervenire dalle Autorità competenti.

Inaccessibilità archivi documentali sede di Venezia a seguito della recente alta marea eccezionale

Si comunica che i recenti eventi legati ai fenomeni di Alta marea nella Laguna veneziana hanno determinato diversi inconvenienti e malfunzionamenti degli impianti elettrici, di riscaldamento e telefonici della sede veneziana. Mentre la rete dati e la gran parte delle linee telefoniche sono state correttamente ripristinate, e con esse l’invio e la trasmissione di posta elettronica, gli archivi documentali sono stati danneggiati e sono di fatto inaccessibili. Pertanto l’accesso agli atti che riguarda la documentazione dei lavori sui beni architettonici per tutto il territorio di competenza e in parte per l’archivio dei beni vincolati (comuni della provincia di Venezia) è al momento sospeso fino a data da destinarsi.

Decreto di Dichiarazione di notevole interesse pubblico dell’area alpina compresa tra il Comelico e la Val d’Ansiei. Comuni di Auronzo di Cadore, Danta di Cadore, Santo Stefano di Cadore, San Pietro di Cadore, San Nicolò di Comelico e Comelico Superiore (Bl), ai sensi degli articoli 136 comma 1 lettere c) e d), 138 comma 3 e 141 del D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42 “Codice dei beni culturali e del paesaggio”

Documentazione:

DECRETO DG-ABAP|05/12/2019|1676 DECRETO DG-ABAP|05/12/2019|1676

ALLEGATO A Relazione e disciplina d'uso ALLEGATO A Relazione e disciplina d’uso

ALLEGATO B perimetrazione ALLEGATO B perimetrazione

ALLEGATO C Documentazione cartografica ALLEGATO C Documentazione cartografica

ALLEGATO D Documentazione fotografica ALLEGATO D Documentazione fotografica

ALLEGATO E Controdeduzioni ALLEGATO E Controdeduzioni

Auronzo di Cadore, Comelico Superiore, San Nicolò di Comelico, San Pietro di Cadore, Santo Stefano di Cadore, Danta di Cadore – Avvio procedimento di tutela

 

Si rende noto che con nota del 30/05/2019 n. 0014090 è stata inviata dalla Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per l’area metropolitana di Venezia e le province di Belluno, Padova e Treviso la Proposta di dichiarazione di notevole interesse pubblico ai sensi dell’art. 138, comma 3, del D. Lgs. 42/2004, per l’area Alpina compresa tra il Comelico e la Val d’Ansiei – Territori Comunali di Auronzo di Cadore, Comelico Superiore, San Nicolò di Comelico, San Pietro di Cadore, Santo Stefano di Cadore, Danta di Cadore ed i relativi allegati ai Comuni di Auronzo di Cadore, Comelico Superiore, San Nicolò di Comelico, San Pietro di Cadore, Santo Stefano di Cadore, Danta di Cadore, alla Provincia di Belluno e agli uffici competenti del Ministero per i beni e le attività culturali (Direzione Generale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio). La proposta è stata affissa all’albo pretorio del Comune di Auronzo di Cadore (BL) in data 07.06.2019; del Comune di Comelico Superiore (BL) in data 10.06.2019; del Comune di San Nicolò di Comelico (BL) in data 10.06.2019; del Comune di San Pietro di Cadore (BL) in data 12.06.2019; del Comune di Santo Stefano di Cadore (BL) in data 11.06.2019; del Comune di Danta di Cadore (BL) in data 10.06.2019; e rimarrà pubblicata per i successivi 90 giorni; copia cartacea degli elaborati è a disposizione del pubblico nei Comuni interessati.

L’area racchiude un insieme paesaggistico di notevole bellezza che è il risultato dell’interazione tra gli aspetti naturali e una secolare azione antropica, che ha dato forma ad un contesto punteggiato da elementi di pregio. Il sistema insediativo dei nuclei abitati, le pratiche agrosilvopastorali di versante, l’andamento geografico e orografico del territorio, l’estrema varietà di ambienti e microambienti naturali riscontrabili in un’area di limitate dimensioni, concorrono insieme a definire un unicuum paesaggistico straordinariamente conservato, fatto di trame naturali, storiche e culturali tra loro sovrapposte e inscindibili.

Decorrenza misure di salvaguardia: 12/06/2019

ALLEGATI:

2019-NP-0270-0014090

Allegato A_relazione e disciplina d’uso

Allegato B_perimetrazione

Allegato C_documentazione cartografica

Allegato D_documentazione fotografica