Este, il percorso archeologico

Percorrendo il centro di Este si possono osservare monumenti e aree archeologiche che testimoniano il passato dell’antico abitato. A poca distanza dal Museo Nazionale Atestino (1), in via S. Stefano, si trova la necropoli della Casa di Ricovero (2), così chiamata perché le strutture funerarie sono state rinvenute durante lavori di scavo effettuati nel cortile della casa di riposo per anziani. Essa offre uno spaccato della “città dei morti” nelle fasi cronologiche di VII-VI sec. a.C. Sono visibili parti di circoli di lastre in trachite che racchiudevano gruppi di tombe ad incinerazione. Molti corredi funerari qui rinvenuti (tra cui la famosa Tomba di Nerka) sono oggi esposti nel vicino Museo.

Lungo Piazza Maggiore, presso piazzetta G. Matteotti (3), sono esposti alcuni elementi architettonici provenienti dalla località “all’Olmo”, zona dove è stato individuato il centro monumentale dell’Ateste romana, non lontano dalla Chiesa della B.V. della Salute (4) Accanto alla Chiesa è stata collocata l’arcata di un ponte di epoca romana.

A poca distanza, in via Tiro a Segno (5), sono visibili strutture pavimentali e piccole porzioni di alzato relativi a una zona residenziale della città romana: si tratta dei resti di tre domus affacciate lungo una strada. Esse erano dotate di corridoi con botteghe nella parte anteriore e ambienti residenziali a retro, alcuni di rappresentanza, con pavimenti a mosaico e cortili interni.

Nell’area del vecchio Ospedale civile (6) è possibile vedere, all’interno del parcheggio, parte di una strada lastricata in basoli, larga circa tre metri, su cui si affacciava una delle unità residenziali del quartiere.

PROSSIME INIZIATIVE
Seconda domenica del mese, da giugno a dicembre 2018: Apertura delle aree archeologiche di via S. Stefano e (da giugno a settembre) di via Tiro a Segno, dalle 16.00 alle 19.00. A cura dell’ Ass.ne Culturale Studio D. Per maggiori informazioni, scaricare la locandina o contattare l’associazione: 3398555316 – 3479941448 – https://areearcheologicheeste.wordpress.com/

Domenica 29 luglio 2018: “Ovidio, metamorfosi… e dintorni”. Scarica la locandina informativa


Area Archeologica di via Santo Stefano (necropoli della “Casa di Ricovero”)

Via Santo Stefano, ESTE (PD).
Accesso: su prenotazione, con visita guidata; rivolgersi all’Associazione Culturale Studio D
tel. 339.8555316, 347.9941448;
mail info@studiodarcheologia.itstudiodeste@gmail.com
Sito web http://www.studiodarcheologia.it/ – https://areearcheologicheeste.wordpress.com/

NB: L’area archeologica è solitamente aperta e visitabile, previa prenotazione ai recapiti di cui sopra, ogni prima domenica del mese; sono inoltre possibili ulteriori iniziative ed aperture straordinarie nel corso dell’anno, ci cui si darà notizia in questo sito ed in quelli dell’associazione.


Elementi architettonici lungo Piazza Maggiore (Piazzetta Matteotti)

Piazzetta Matteotti, ESTE (PD)
Accesso: elementi visibili dall’esterno

 


Arcata di ponte di epoca romana

Chiesa della B.V. della Salute, ESTE (PD)
Accesso: visibile dall’esterno

 

 

 

 

 


Area Archeologica di via Tiro a Segno (domus romane)

Via Tiro a Segno, ESTE (PD)
Accesso: su prenotazione, con visita guidata; rivolgersi all’Associazione Culturale Studio D
tel. 339.8555316, 347.9941448;
mail info@studiodarcheologia.itstudiodeste@gmail.com
Sito web http://www.studiodarcheologia.it/ – L’area è visibile anche dall’esterno