Archivi autore: sopri_pdve

Riprese le attività di scavo presso il teatro romano in Prato della Valle

Si comunica che nei giorni scorsi sono riprese le attivià di scavo presso il teatro romano di Prato della Valle (Padova). Lo scavo è visitabile dal lunedì al venerdì durante l’orario di cantiere, e al sabato mattina, in quest’ultimo caso con la possibilità di utilizzare i visori per la realtà aumentata.

Maggiori informazioni: pagina facebook

14 dicembre, presentazione del volume “Studi di archeologia in ricordo di Bianca Maria Scarfì”

Si segnala che il 14 dicembre alle 17.30, presso Palazzo Malcanton Marcorà a Venezia, verrà presentato il volume “Da Monte Sannace al Leone di San Marco – Studi di archeologia in ricordo di Bianca Maria Scarfì” (Archeologia Veneta XL – 2017), dedicato alla illustre studiosa, recentemente scomparsa.

Bianca Maria Scarfì, dal 1978 al 1992, ha ricoperto il ruolo di Soprintendente presso la Soprintendenza archeologica del Veneto.

6 dicembre, Tavola rotonda “Padova urbs picta. La candidatura a sito Unesco”

Il 6 dicembre alle 18.00, presso i Musei Civici agli Eremitani (Piazza Eremitani, 8 – Padova), si terrà una tavola rotonda in occasione della presentazione della candidatura dei cicli pittorici del Trecento nella lista del patrimonio mondiale UNESCO.

Con il nome Padova Urbs picta, la città si candida ad inserire nella World Heritage List un sito seriale composto da 7 luoghi del centro storico che conservano straordinari cicli pittorici ad affresco del Trecento. Questa realtà rappresenta un eccezionale valore universale, un esempio unico al mondo di un’area in cui la tradizione della pittura murale ad affresco ha radici antiche, a partire dalla presenza in città di Giotto, proseguendo e evolvendo per tutto il IV secolo.


Approfondimenti: evento Facebook

11-12 novembre, Padova, apertura straordinaria con visite guidate del cantiere dell’Anfiteatro romano

L’Arena come non l’avete mai vista – cantiere aperto agli scavi dell’anfiteatro romano di Padova.

Sabato 11 e domenica 12 novembre, visite accompagnate alle ore 10, 11:30, 14, 15:30. Accesso da Piazza Eremitani – Ingresso gratuito senza prenotazione

Per maggiori informazioni, scarica il comunicato stampa integrale

Padova Urbs picta. Giotto, la Cappella degli Scrovegni e i cicli pittorici del Trecento. Per l’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO.

Si segnala la procedura in corso per il riconoscimento di Padova quale sito seriale UNESCO in relazione ai cicli pittorici trecenteschi di sette siti monumentali cittadini, sostenuta da un team interistituzionale costituito da: Comune di Padova; Soprintendenza; Regione del Veneto; Chiesa di Padova; Basilica e Convento di Sant’Antonio Delegazione Pontificia; Veneranda Arca del Santo; Accademia Galileiana di Scienze, Lettere ed Arti.

Maggiori informazioni al link http://padovacultura.padovanet.it/it/musei/padova-urbs-picta

Settembre-ottobre: Ciclo di aperture straordinarie, conferenze e iniziative di valorizzazione a carattere archeologico

Nell’ambito del Piano di Valorizzazione del MiBACT per l’anno 2017, la Soprintendenza organizza una serie di aperture straordinarie, durante le quali si svolgeranno inoltre numerose iniziative a carattere archeologico, come presentazioni di libri e conferenze. Le aperture al pubblico, con possibilità di visite guidate, riguarderanno la sede di Padova (Palazzo Folco, via Aquileia 7, Padova) e l’area archeologica di Montegrotto Terme – via Neroniana 21-23. Di seguito il programma delle iniziative, in via di aggiornamento. Per informazioni: 049.8243816 – fiorenzo.fuolega@beniculturali.it

Si segnala che nel piano di valorizzazione 2017 rientrano anche le aperture straordinarie del giardino di Palazzo Soranzo-Cappello, sede di Venezia della Soprintendenza. Per maggiori informazioni, si rimanda alla pagina dedicata.

 

Venerdì 29 settembre, sede di Palazzo Folco, via Aquileia 7, Padova

Apertura al pubblico del Palazzo dalle ore 16.00 alle 20.00, con possibilità di visite guidate, ingresso gratuito;

Alle ore 16.30, presentazione del volume “Nuove ricerche nelle Valli di Fimon. L’insediamento del tardo Neolitico de Le Fratte di Arcugnano”, a cura della dott.ssa Elodia Bianchin Citton (già Soprintendenza Archeologia del Veneto). Introduce l’arch. Andrea Alberti (Soprintendente); intervengono Simonetta Bonomi e Vincenzo Tiné (già Soprintendenti Archeologia del Veneto) – Scarica la Locandina

Il volume dà conto della densa attività di ricerca, condotta tra il 2008 e il 2011, che ha previsto un importante scavo di un sito del Neolitico, cui sono seguite analisi sui materiali rinvenuti e approfondite ricerche. Il lavoro illustrato nel volume ha coinvolto personale dell’Ufficio e professionisti esterni. La presentazione ha come obiettivo portare a conoscenza sia gli specialisti del settore sia il grande pubblico di importanti informazioni scientifiche.

******

Domenica 1 ottobre, Montegrotto Terme, area archeologica di via Neroniana 21-23

Apertura al pubblico dell’area archeologica dalle ore 16.00 alle ore 20.00, con possibilità di visite accompagnate;

Alle 17.00, “Se son rose, fioriranno 2.0. La parola all’esperta”: intervista alla prof.ssa Monica Salvadori (Università degli studi di Padova), autrice del volume “Horti picti. Forme e significato del giardino dipinto nella pittura romana“.

Iniziativa a cura della Soprintendenza ABAP per l’area metropolitana di Venezia e le province di Belluno, Padova e Treviso, in collaborazione con l’associazione Lapis, che ha in gestione le aree. Per informazioni: tel. 389.0235910, lapisarcheologia@gmail.com, oppure scarica la locandina – Iniziativa collegata con “La Fiera delle Parole”

******

Venerdì 6 ottobre, sede di Palazzo Folco, via Aquileia 7, Padova

Apertura al pubblico del Palazzo dalle ore 16.00 alle 20.00, con possibilità di visite guidate, e utilizzo dei visori per la realtà aumentata; ingresso gratuito;

Alle ore 16.30, conferenza dal titolo “Nel bimillenario di Tito Livio. Patavium romana: un viaggio per immagini”. Intervengono Elena Pettenò (Soprintendenza), Jacopo Bonetto, Caterina Previato, Arturo Zara (Università degli Studi di Padova). Scarica la locandina

In occasione delle celebrazioni culturali organizzate per il bimillenario della morte di Tito Livio, lo storico nato e morto a Padova, sono stati organizzati una serie di eventi e attività mirati alla valorizzazione del patrimonio culturale della città e rivolti soprattutto ai cittadini. Si è anche realizzato il volume “Padova. La città di Tito Livio” (a cura di J. Bonetto, E. Pettenò, F. Veronese), una guida archeologica a carattere divulgativo. L’evento prevede la presentazione, in forma di “passeggiata archeologica” illustrata da immagini e relativa spiegazione, dei contenuti del testo, ovvero l’aspetto e le caratteristiche della Patavium di età romana quotidianamente vissuta, osservata e abitata da Tito Livio.

******

Venerdì 13 ottobre, sede di Palazzo Folco, via Aquileia 7, Padova

Apertura al pubblico del Palazzo dalle ore 16.00 alle 20.00, con possibilità di visite guidate, ingresso gratuito;

Alle 16.30, presentazione dal titolo “Ritorno in via Tiepolo. Lo scavo in laboratorio delle sepolture recuperate nel 1990-1991. Primi risultati”. Intervengono Giovanna Gambacurta (Università Ca’ Foscari, Venezia) e Mariangela Ruta (già Soprintendenza Archeologia del Veneto). Scarica la locandina

Tra il 1990 e il 1991 sono venuti alla luce, a Padova in via Tiepolo, numerosi contesti funerari dallo scavo di una necropoli preromana e romana. Parte di queste tombe sono state scavate, restaurate e studiate; parte sono conservate entro cassoni che devono ancora essere scavati. Quest’anno ha preso avvio una limitata campagna di scavo, mirata a rivalutare lo stato complessivo di conservazione dei materiali conservati nei cassoni, con lo scopo di elaborare un nuovo progetto per approfondire la conoscenza della Padova antica. L’evento prevede la comunicazione dei nuovi dati di scavo, delle tecniche adottate e delle prospettive di studio e valorizzazione di questo importante contesto archeologico.

******

Venerdì 20 ottobre, sede di Palazzo Folco, via Aquileia 7, Padova

Apertura al pubblico del Palazzo dalle ore 16.00 alle 20.00, con possibilità di visite guidate, ingresso gratuito;

Alle 16.30, conferenza dal titolo “Elogio di una amabile follia. Collezionismo e collezionisti del XX secolo”; intervengono Roberto Tasinato e Elena Pettenò (Soprintendenza), Monica Salvadori, Elisa Bernard, Luca Zamparo (Università degli studi di Padova). Scarica la locandina

Il collezionismo di oggetti antichi è un fenomeno che attraversa il periodo che va dall’Umanesimo all’Ottocento, con forme diverse e perseguito da soggetti diversi (artisti, re, “cultori delle patrie memorie”, canonici, avvocati, medici, ovvero borghesi, ricchi, che arricchiscono le loro dimore con manufatti acquistati o sul mercato antiquario o da privati). Meno nota è la sua evoluzione nella seconda metà del 1900, nell’immediato dopo guerra. L’attività di tutela svolta dalla Soprintendenza, in relazione a raccolte o collezioni in possesso di soggetti privati, ha evidenziato una serie di questioni che hanno portato a specifici approfondimenti per comprendere l’attuale approccio all’antico. L’evento intende illustrare una preliminare riflessione circa questo fenomeno, mai approfondito prima d’ora. Per comprenderne il significato esso va contestualizzato nel contemporaneo alla luce dell’evoluzione della legislazione in materia e va considerato da un punto di vista archeologico, storico artistico e demoetnoantropologico.


 

Giornate Europee del Patrimonio (23-24/09/2017): le iniziative della Soprintendenza a Padova, Venezia, Montegrotto Terme e Este

 

 

Queste le iniziative promosse dalla Soprintendenza in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2017 (23-24 settembre):

 

PADOVA
Sabato 23 settembre – Sede della Soprintendenza (Palazzo Folco, via Aquileia 7)

Il palazzo sarà aperto dalle ore 19.00 alle ore 23.00, con possibilità di visite guidate

Alle ore 19.30, conferenza dal titolo
“Tito Livio e Padova virtualmente ritrovata”

Nel corso di una conferenza a più voci, si intende dare conto del lavoro di ricerca e di tipo tecnologico che ha portato alla realizzazione di visori per la realtà aumentata, che saranno poi disponibili al pubblico per ritornare a un passato che costituisce il patrimonio culturale di Padova.
Interverranno Elena Pettenò (Soprintendenza ABAP-VE-MET), Alberto Vigoni (Dedalo s.n.c.), Arturo Zara (UniPD, Dipartimento Beni Culturali), Caterina Previato (UniPD, Dipartimento Beni Culturali)

Ingresso gratuito. Per informazioni: tel. 049.8243811


VENEZIA
Sabato 23 e domenica 24 settembre – Sede della Soprintendenza (Palazzo Soranzo-Cappello, Fondamenta Rio Marin, S. Croce 770)

Giardino aperto a Palazzo Soranzo-Cappello
Orario: dalle 9.30 alle 13.30, e dalle 14.30 alle 18.30

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2017, la Soprintendenza aprirà al pubblico lo storico Giardino di Palazzo Soranzo-Cappello, risalente al XVII secolo, che conserva ancora l’originario apparato scultoreo monumentale, la corte, il tempietto e gli spazi arborei. Il giardino, uno tra i più rinomati a Venezia, è inoltre reso celebre da Henry James, che ne diede una suggestiva descrizione nel Carteggio Aspern.

Ingresso gratuito. Per informazioni: tel. 041.2574011 – 041.2728811


MONTEGROTTO TERME
Sabato 23 settembre – Area archeologica della villa romana di via Neroniana (nn. 21-23)

Se son rose, fioriranno. Pitture e giardini nella villa romana
Orario: dalle 17.00 alle 21.00

Apertura straordinaria dell’area archeologica, durante la quale, in accordo col tema “Cultura e Natura” a cui sono dedicate le Giornate Europee del Patrimonio 2017, sarà raccontata la villa a partire dai suoi giardini.
Saranno inoltre mostrati al pubblico, eccezionalmente, alcuni dei più significativi frammenti di intonaco dipinto, provenienti dagli scavi stessi della villa e raffiguranti scene di giardino.
Iniziativa a cura della Soprintendenza ABAP per l’area metropolitana di Venezia e le province di Belluno, Padova e Treviso, in collaborazione con l’associazione Lapis, che ha in gestione le aree.

Per informazioni: tel. 389.0235910 , lapisarcheologia@gmail.com, oppure scarica la locandina

Iniziativa collegata con “La Fiera delle Parole”


ESTE
Sabato 23 settembre – Aree archeologiche di via Tiro a Segno e via S. Stefano 11

Este Antica: una “città – isola” ai piedi dei colli e al di là del fiume
Orario: dalle 15.00 alle 17.00

Passeggiata per le strade della città accompagnati da un’archeologa per conoscere Este antica tra Cultura e Natura con ingresso alle aree archeologiche di via Tiro a Segno e di via S.Stefano n.11.
Ritrovo: Piazzale del Duomo di S.Tecla
In caso di maltempo si accederà solo all’area di via S.Stefano, 11, sempre coperta. Iniziativa in collaborazione con l’associazione StudioD, che ha in gestione le aree.

Per informazioni e prenotazioni: 339.8555316 – 347.9941448, info@studiodarcheologia.it oppure scarica la locandina

15, 22 e 29 settembre: aperture straordinarie notturne e visite guidate del Giardino storico di Palazzo Soranzo-Cappello a Venezia

In occasione del Piano di Valorizzazione del 2017, promosso dal Ministero per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo, che prevede aperture straordinarie dei luoghi della cultura, la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Venezia e le province di Belluno, Padova e Treviso aprirà al pubblico lo storico Giardino di Palazzo Soranzo-Cappello, risalente al XVII secolo, che conserva ancora l’originario apparato scultoreo monumentale, la corte, il tempietto e gli spazi arborei. Il giardino, uno tra i più rinomati a Venezia, è inoltre reso celebre da Henry James, che ne diede una suggestiva descrizione nel Carteggio Aspern.

 

La visita guidata illustrerà la storia del Giardino, il cui assetto attuale è frutto di un accurato restauro, compiuto in seguito all’acquisizione del complesso da parte del Ministero per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo.
Indirizzo: Venezia, Fondamenta Rio Marin, Santa Croce, 770
Giorni di apertura: 15 settembre, 22 settembre e 29 settembre
Orario: dalle ore 19.00 alle ore 23.00
Informazioni: tel. 041.2574011 – 041.2728811

Scarica la locandina

Si segnala che il Giardino sarà aperto al pubblico e ospiterà visite guidate anche sabato 23 e domenica 24 settembre (Giornate Europee del Patrimonio 2017), dalle 9.30 alle 13.30, e dalle 14.30 alle 18.30.

Per le modalità di visita del giardino al di fuori di eventi ed iniziative particolari, visita la pagina dedicata al Palazzo e al suo Giardino.