Archivi autore: sopri_pdve

18 maggio: La Gipsoteca di Antonio Canova: fonti artistiche e letterarie

Presentazione del romanzo “L’ultima notte di Antonio Canova”, di Gabriele Dadati

Venerdì 18 maggio, ore 17.00

Sede della Soprintendenza, via Aquileia 7, Padova

Presentazione del volume nell’ambito de “Il maggio dei libri

SCARICA LA LOCANDINA

Il romanzo storico di Gabriele Dadati ricostruisce con rigore filologico e intensità narrativa l’ultima notte dello scultore Antonio Canova, restituendo al lettore un ritratto inedito dell’uomo e dell’artista attraverso il racconto confessione al fratello Giovan Battista Sartori di alcune vicende travagliate del suo passato, accadute in occasione del soggiorno alla corte di Francia, a servizio di Napoleone Bonaparte e della giovane consorte Maria Luisa d’Austria. L’analisi del testo, ricco di riferimenti alla terra natale di Canova e alle sue opere più significative, sarà accompagnata da alcune note sull’attività della Soprintendenza per la tutela e la valorizzazione delle raccolte d’arte canoviane conservate presso la Gipsoteca e il Museo Antonio Canova a Possagno

 

PRESENTAZIONE DEL VOLUME A CURA DI

Debora Tosato

Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Venezia e le province di Belluno, Padova e Treviso

 

Sentenza del Consiglio di Stato in Adunanza Plenaria n. 13/2017. Proposte di dichiarazione di notevole interesse pubblico non perfezionate prima dell’entrata in vigore del D. Lgs. 42/2004.

In applicazione di quanto statuito dal Consiglio di Stato in adunanza plenaria con sentenza n. 13 del 22 dicembre 2017 inerente l’efficacia delle proposte di dichiarazione di notevole interesse pubblico non perfezionate prima dell’entrata in vigore del D.Lgs. 42/2004, si comunica che questa Amministrazione sta procedendo agli atti conclusivi ai fini del perfezionamento dei provvedimenti di dichiarazioni di notevole interesse pubblico di seguito elencati, riguardanti i comuni di: Belluno (BL), Livinallongo del Col di Lana (BL), Megliadino San Fidenzio (PD), Monfumo (TV), Caorle (VE), Eraclea (VE), Noale (VE), Portogruaro (VE), San Donà di Piave (VE), San Michele al Tagliamento (VE), Torre di Mosto (VE).

Elenco delle proposte di vincolo in corso di perfezionamento.pdf

Allegati:
Sentenza del Consiglio di Stato in Adunanza Plenaria n. 13/2017.pdf

Campagna di raccolta fondi “Mi sta a cuore. La scultura in terracotta a Padova nel Rinascimento”

Testo tratto (con adattamenti) dal sito della Diocesi di Padova, al quale si rimanda per ulteriori informazioni ed approfondimenti

Terza edizione per il progetto MI STA A CUORE, nato nel 2013, che vede il Museo diocesano e l’Ufficio Beni culturali della Diocesi di Padova impegnati a sensibilizzare il restauro e la valorizzazione di beni artisti conservati nelle chiese della città e del territorio, rendendo partecipi e coinvolgendo attivamente nel sostegno agli interventi di recupero singoli e comunità.

“Mi sta a cuore” non è solo una campagna di raccolta fondi, ma un’esperienza che vuole avvicinare comunità e cittadini alla conoscenza dei tesori storici e artistici di cui si è comuni depositari.

Le opere oggetto di questa terza edizione di Mi sta a cuore sono: la Madonna con il Bambino (secondo quarto del XV secolo), attribuita a Nanni di Bartolo, custodita nella chiesa della Natività della Beata Vergine Maria di Pozzonovo in provincia di Padova; il Compianto sul Cristo morto (ultimo quarto del XV secolo) opera di un plasticatore padovano, collocata nella chiesa di San Pietro a Padova; la Madonna con il Bambino (ultimo quarto del XV secolo) di Giovanni de Fonduli, della chiesa di San Nicolò a Padova.

I progetti di restauro che accompagnano questa edizione di Mi sta a cuore, vedono la stretta collaborazione, siglata da un’apposita convenzione di collaborazione scientifica, tra Diocesi di Padova, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Venezia e le province di Belluno, Padova e Treviso e Università di Padova – Centro Interdipartimentale di Ricerca, Studio e Conservazione dei Beni Archeologici, Architettonici e Storico-Artistici – CIBA dell’Università degli Studi di Padova.

La convenzione prevede la possibilità di incrociare i diversi dati a disposizione delle tre realtà sulle opere oggetto di studio e restauro, raccogliendo e catalogando i dati pregressi e le risultanze di studi, indagini, interventi; l’acquisizione di nuovi dati grazie a indagini non invasive su micro-campioni e digitalizzazione delle opere scultoree di terracotta a cura del CIBA; lo sviluppo di una piattaforma software di realtà aumentata per consentire al pubblico una più ampia fruizione dei contenuti della mostra (in programma nel 2019) che farà seguito al restauro di queste opere e dedicata alla Scultura in terracotta a Padova nel Rinascimento. Da Donatello a Riccio; la realizzazione di un archivio digitale per la raccolta dati. Lo studio pilota riguarderà in particolare il Compianto sul Cristo morto conservato nella chiesa di San Pietro a Padova.

Chiunque voglia contribuire al restauro, “prendendosi a cuore” queste tre opere può utilizzare le seguenti modalità:

– Versamento con bonifico bancario intestato a Diocesi di Padova – via Dietro Duomo 15 – 35139 Padova IBAN: IT 42 L 06225 12150 07400338821L – Causale: Museo Diocesano – Mi sta a cuore

Donazione on line attraverso la piattaforma di crowdfunding: www.retedeldono.it/cultura

20 aprile – Presentazione del volume “Percorsi nel passato. Miscellanea di studi per i 35 anni del Gr.A.V.O e i 25 anni della Fondazione Colluto”

La presentazione, che sarà a cura della prof.ssa Francesca Ghedini (professore emerito, Università degli Studi di Padova), si terrà venerdì 20 aprile alle ore 16.30 presso la sede della Soprintendenza (via Aquileia 7, Padova).

Il volume è una miscellanea di studi e ricerche a firma di numerosi studiosi che hanno lavorato in ambito Concordiese. È uscito per celebrare la “nascita” del Gruppo archeologico del Veneto Orientale e della Fondazione Colluto. Ambedue associazioni che fin dalla loro istituzione hanno collaborato in modo sinergico col Museo Nazionale Concordiese, ma anche con la Soprintendenza.

Scarica la locandina

13 aprile – Presentazione della candidatura “Padova Urbs Picta. Giotto, la Cappella degli Scrovegni e i cicli pittorici del Trecento” per l’iscrizione di Padova nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO

Padova, Palazzo della Ragione, venerdì 13 aprile 2018, ore 17.30

L’incontro, organizzato dal Comune di Padova, illustrerà lo stato dell’iter per la candidatura alla presenza dei rappresentanti del Ministero dei Beni delle Attività culturali e del Turismo, dell’Università degli Studi di Padova e degli enti proprietari: l’Accademia Galileiana di Scienze Lettere ed Arti, la Diocesi di Padova, la Pontificia Basilica di Sant’Antonio e la Veneranda Arca di Sant’Antonio.

Un video “immersivo” accompagnerà il pubblico nella Padova del Trecento, attraverso gli affreschi di Giotto, Guariento, Giusto de’ Menabuoi e degli altri protagonisti della straordinaria stagione artistica vissuta nel secolo di massimo splendore di Padova.

MAGGIORI INFORMAZIONI

SCARICA IL PROGRAMMA DELL’INCONTRO

13 aprile: “Beyond limits. Dialoghi al limite tra archeologia, architettura e storia dell’arte”

Venerdì 13 aprile, ore 17.00

Sede della Soprintendenza, via Aquileia 7, Padova

Il volume “Beyond limits. Studi in onore di Giovanni Leonardi”, di recente uscita, è una miscellanea di studi legati dal tema del “limite”. Da qui lo spunto per un incontro in cui, a partire da una breve presentazione del ricco testo, archeologi, architetti e storici dell’arte si confronteranno sul medesimo tema, declinandolo e approfondendolo nell’ambito delle specifiche discipline. Un’occasione per tentare un approccio “olistico” ai beni culturali, anche a seguito della recente riforma del MiBACT.

 

L’incontro è organizzato dalla Soprintendenza e dall’Università degli Studi di Padova, Dipartimento dei Beni Culturali

INTERVENTI

Andrea Alberti
Soprintendente

Michele Cupitò
Università degli Studi di Padova

Debora Tosato
Soprintendenza ABAP per l’area metropolitana di Venezia e le province di Belluno, Padova e Treviso

Massimo Vidale
Università degli Studi di Padova

Scarica la locandina dell’iniziativa

22 marzo, Biblioteca della Soprintendenza: “Collezioni, collezionisti e tutela archeologica”

Si segnala l’incontro “Collezioni, collezionisti e tutela archeologica”, aperto al pubblico, che si terrà giovedì 22 marzo, alle ore 14.30, presso la Biblioteca Archeologia della Soprintendenza (via Aquileia 7, Padova).

L’iniziativa è nell’ambito del corso dell’Università degli Studi di Padova – Dipartimento dei Beni Culturali “Laboratorio Archaeological Materials Authentication – Progetti Innovativi degli Studenti – anno 2017”.

Interverranno Elena Pettenò e Roberto Tasinato, funzionari della Soprintendenza, e Alessandra Cannataro (Università degli Studi di Udine).

SCARICA LA LOCANDINA

 

 

 

14 marzo, seconda Giornata Nazionale del Paesaggio | Soprintendenze aperte | Incontro “Tutela e qualità del paesaggio”

 

In occasione della seconda edizione della Giornata Nazionale del Paesaggio, che si terrà il 14 marzo, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Venezia e le province di Belluno, Padova e Treviso organizza un’incontro di approfondimento, aperto alla cittadinanza, relativo al tema della tutela e della qualità del paesaggio.

Dove: Padova, sede della Soprintendenza, via Aquileia 7
Quando: mercoledì 14 marzo 2018, ore 16.00
Ingresso libero

PROGRAMMA

Andrea Alberti – Soprintendente
La Carta Nazionale del paesaggio e l’attività di tutela sul territorio

Giuseppe Rallo – Responsabile d’area per la tutela del paesaggio
Il paesaggio delle ville e l’evoluzione delle strategie di tutela

Edi Pezzetta – Responsabile d’area per la tutela dei beni architettonici
Praglia: paesaggio monastico e tutela

Chiara D’Incà, Alessandra Depieri – Coordinatrice e collaboratrice per i beni archeologici per il piano paesaggistico
Archeologia nel paesaggio

Info: sabap-ve-met@beniculturali.it | 049.8243816 | Scarica la locandina

 

 

23 febbraio, Padova: Presentazione del volume “Studi di archeologia in ricordo di Bianca Maria Scarfì”

Presentazione del volume

Da Monte Sannace al Leone di San Marco
Studi di archeologia in ricordo di Bianca Maria Scarfì
Archeologia Veneta XL – 2017

Venerdì 23 febbraio, ore 17.00
Sede della Soprintendenza, via Aquileia 7, Padova

Introduce

Andrea Alberti
Soprintendente

Presenterà il volume

Simonetta Bonomi
già Soprintendente Archeologia del Veneto

Scarica la locandina

© Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l'area metropolitana di Venezia e le province di Belluno, Padova e Treviso, 2018 - Crediti - Note accessibilità - Note legali